[CASE STUDY] Facebook Ads in locale: come fatturare migliaia di euro in 10 giorni

Hai un’attività locale e desideri aumentare i tuoi clienti?

Pensi che investire in Facebook Ads sia troppo dispendioso per le tue tasche?

Ti presento questo caso concreto e ti racconto come ho fatto a fare guadagnare a un mio cliente migliaia di euro investendo 150€ in 10 giorni, in una campagna Facebook.

Presentazione del caso

Nel mese di febbraio scorso sono stato contattato da un cliente che opera in ambito retail nel settore dei complementi di arredo, sul mercato locale.

Il clinte aveva ricevuto un nuovo carico di merce e desiderava capire come riuscire a ottimizzare il suo investimento e massimizzare il suo profitto.

Lavoro con questo cliente da due anni e, nel tempo, sono riuscito a costruire un rapporto di fiducia molto solido.

Mi sono preso qualche giorno per mettere in piedi una strategia operativa e l’ho presentata al cliente che si è dimostrato subito interessato, soprattutto perché l’investimento in inserzioni non sarebbe stato particolarmente oneroso.

  • TARGET GEOGRAFICO: persone che vivono a Palermo e in alcuni paesi limitrofi selezionati.
  • PUBBLICO TARGET: donne, età 21-62 anni
  • BUDGET ADVERTISING: 150€
  • DURATA CAMPAGNA: 10 giorni

Come abbiamo fatturato 16.000€

Facebook è uno degli strumenti più efficaci per riuscire a migliorare le performance della tua attività locale.

Come ho già spiegato qui, Facebook Ads permette di raggiungere moltissima gente già potenzialmente interessata ai tuoi prodotti o ai tuoi servizi, dandoti la possibilità di proporre loro le tue offerte e mettere in evidenza la tua unicità.

Per riuscire a raggiungere l’obiettivo condiviso dal cliente, ho suddiviso la campagna in due fasi interdipendenti.

Fase uno: obiettivo awareness

Quando cerchi di allargare il tuo bacino di clienti ed espandere l’area geografica di interesse del tuo punto vendita, la prima cosa da fare è farsi conoscere (awareness).

Se nessuno sa che esisti , nessuno verrà ad acquistare da te.

[ctt template=”2″ link=”C9oad” via=”yes” nofollow=”yes”]Se nessuno sa che esisti , nessuno verrà ad acquistare da te.[/ctt]

Così per la prima fase della campagna ho deciso di realizzare un video pubblicitario di 59 sec.

Questo video conteneva da subito tutte le informazioni salienti relative al punto vendita e le immagini dei prodotti più allettanti che componevano il nuovo l’assortimento del mio cliente.

Questo spot è stato messo in rotazione sia su Facebook (tutti i posizionamenti) che su Instagram, per 3 giorni. Obiettivo: copertura.

In soli tre giorni abbiamo raggiunto 26.000 utenti in target.

Fase due: obiettivo conversioni presso il punto vendita
La fase due è stata articolata su due post che hanno proceduto parallelamente.

Una inserzione conteneva lo stesso video utilizzato nella Fase 1 (con i medesimi posizionamenti), ma questa volta con obiettivo visualizzazioni del video.

In 7 giorni l’inserzione ha ottenuto una copertura di quasi 15.000 potenziali clienti e circa 9.000 visualizzazioni del video.

Contemporaneamente ho realizzato un post multi-foto per trascinare le interazioni e mostrare il maggior numero possibile di immagini dei prodotti della nuova collezione al maggior numero possibile di potenziali clienti.

Questa inserzione, trascinata anche dal video, ha ottenuto una copertura complessiva di più di 33.000 persone, superando le 8.000 interazioni con il post.

Risultati ottenuti e ROI delle campagne

Delle persone raggiunte grazie alle campagne sul circuito Facebook Ads, circa il 18% si sono recate presso il punto vendita per guardare gli oggetti dal vivo, raccogliere informazioni, e conoscere i prezzi dei prodotti.

Di questi, circa 200 persone hanno effettuato un acquisto, con una spesa media di circa 80€ cadauno, per un totale superiore ai 16.000€ in 10 giorni.

Il tutto con un investimento in Facebook Ads 150€, ottenendo un ROI complessivo di circa il 160%.

Cliente soddisfatto e nuova campagna già in programmazione.

2 commenti su “[CASE STUDY] Facebook Ads in locale: come fatturare migliaia di euro in 10 giorni”

  1. Ciao Marcello complimenti per i risultati. Non capisco però come hai fatto a tracciare dalle interazioni le visite in negozio parlando, nello specifico, di 18%. Grazie per risposta

    1. Grazie a te per il commento.
      Le visite in negozio sono state tracciare dagli addetti alla vendita e alle casse, chiedendo ai clienti come erano venuti a conoscenza dei prodotti. Le risposte sono state poi filtrate per redigere il report e assegnare le entrate alla campagna.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: