Facebook non ti ha rubato un bel niente e tu sei un boccalone

Marcello Marinisi • Web Marketing

La scorsa settimana è sslito agli onori della cronaca un fattaccio brutto che ha coinvolto Facebook.

È stato rivelato che alcuni dati psicometrici relativi a circa 300.000 utenti di Facebook sono stati utilizzati in maniera fraudolenta da una società americana chiamata Cambridge Analytica.

Cambridge Analytica avrebbe utilizzato queste informazioni profilate per cercare di influenzare, in un modo o nell’altro, gli esisti di alcune importanti elezioni svoltesi in diversi Paesi (tra cui UK e Stati Uniti d’America.

Leggi tutto